Configura fonti di installazione di estensioni, applicazioni e script utente

Impostare il criterio specifica quali URL sono autorizzati a installare estensioni, app e temi. Prima di Google Chrome 21, gli utenti potevano fare clic su un link a un file *.crx e Google Chrome avrebbe proposto di installare il file dopo alcuni avvisi. Successivamente, tali file devono essere scaricati e trascinati nella pagina delle impostazioni di Google Chrome. Questa impostazione consente a URL specifici di utilizzare il precedente flusso di installazione semplificato.

Ogni voce di questo elenco è un pattern di corrispondenza in stile di estensione (vedi https://developer.chrome.com/extensions/match_patterns). Gli utenti possono installare facilmente elementi da qualsiasi URL che corrisponda a una voce nell'elenco. Questi pattern devono consentire sia la posizione del file *.crx sia la pagina da cui viene avviato il download (il referrer).

ExtensionInstallBlocklist ha la precedenza su questo criterio. Ciò significa che un'estensione presente nella lista bloccata non verrà installata, anche se è di un sito presente in questo elenco.

Valore di esempio:

https://corp.mycompany.com/*

Supportata in: Microsoft Windows 7 o versioni successive

Pattern URL per consentire installazioni di estensioni, applicazioni e script utente da

Registry HiveHKEY_LOCAL_MACHINE or HKEY_CURRENT_USER
Registry PathSoftware\Policies\Google\Chrome\ExtensionInstallSources
Value Name{number}
Value TypeREG_SZ
Default Value

chrome.admx

Modelli amministrativi (Computer)

Modelli amministrativi (utenti)